A passi di Biodiversità

L’esposizione si pone come scopo primario quello di raccontare le nuove sfide e i successi sul tema della biodiversità, facendo crescere a tutti i livelli di responsabilità la consapevolezza sui rischi e gli obiettivi che si possono perseguire al termine della conferenza delle parti di Cancún sulla diversità biologica, per fare il punto sui principali temi affrontati dalla medesima conferenza.

La biodiversità rappresenta un insostituibile valore ecologico, risultato di lenti e antichi processi evolutivi, che agiscono sulle caratteristiche genetiche e morfologiche delle specie, permettendo alle forme di vita di adattarsi al cambiamento delle condizioni ambientali. Tanto maggiore è la diversità biologica tanto minore è il rischio di estinzione di specie ed habitat, proprio perché la varietà genetica di una specie e la diversità di specie in un habitat rendono gli ecosistemi resilienti , ovvero capaci di reagire ad eventi estremi e di ricostruire un equilibrio ecologico.

L’Italia non fa eccezione, anche qui la natura offre importanti occasioni di lavoro. Nel settore agricolo i parchi si distinguono con il 22,5% di imprese, contro una media nazionale del 13,4%, con particolare attenzione alla qualità dei prodotti tipici locali. Il turismo in natura è in crescita costante e nel 2014 ha raggiunto 102 milioni di presenze, producendo un fatturato di 11,8 miliardi di euro. Non è un caso se il 7% del totale della spesa turistica italiana si “produce” nei Parchi nazionali e le imprese del turismo sono il 10,9%, contro una media nazionale del 6,6%, con una forte polarizzazione verso strutture extralberghiere (campeggi, agroturismi, B&B, ecc. – il 66,4% contro il 47,3% della media nazionale). Il settore turistico è forse il modo più tangibile per dimostrare che la conservazione delle risorse naturali può incrementare lo sviluppo del territorio.

 

Bologna, sede dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna

11 ottobre – 9 novembre 2016

 

Santa Maria di Castellabate (SA), Villa Matarazzo

17 giugno – 3 settembre 2017

 

Potenza, Museo Archeologico Provinciale di Potenza

29 luglio – 14 ottobre 2017

 

Ottaviano (NA), Palazzo Mediceo

13 settembre – 5 novembre 2017